Nevrosi

La nevrosi comprende tutta una serie di comportamenti anomali dovuti ad uno squilibrio nel rilascio di neurotrasmettitori; si tratta di disturbi psicologici che turbano la vita affettiva senza compromettere le facoltà intellettive.

Tra le forme più comuni:

Disordine ossessivo-compulsivo: caratterizzato dalla presenza di ossessioni e compulsioni si manifesta con comportamenti illogici di cui il soggetto si rende conto senza però riuscire a cambiarlo. In generale si manifesta durante l’adolescenza, spesso associato a depressione, fobie, anoressia o dipendenza affettiva.

Ma cosa sono l’ossessione e la compulsione?

L’ossessione è un pensiero che si impone nella mente in modo ripetitivo, persistente ed irrazionale. Ne esistono diversi tipi, dalla superstizione alla paura di dimenticare qualcosa, piuttosto che la paura di sporcarsi o dello sporco ecc… In genere derivano da esperienze passate più o meno traumatiche.

La compulsione invece è un vero e proprio comportamento rituale o un atto mentale che il soggetto non riesce a smettere di eseguire. In genere sono una risposta alle ossessioni, allo scopo di prevenire o alleviare l’ansia che deriva dall’ossessione.

Disturbo d’ansia generalizzato: è una nevrosi caratterizzata da angoscia permanente, una specie di attacco di panico che può manifestarsi improvvisamente con vari sintomi tipo tremori, sudorazione, sensazione di oppressione, accelerazione dei battiti cardiaci.

Fobie e nevrosi fobica: quando si parla di fobia si fa riferimento all’intensa paura scatenata da un oggetto o una situazione, avvertendo  un timore paralizzante e  incontrollabile. Le forme più diffuse riguardano la paura di parlare in pubblico (ereutofobia), la paura degli spazi vuoti e della folla (agorafobia), la paura di spazi chiusi (claustrofobia) ecc..