Mantenersi in forma non significa solo seguire una dieta equilibrata, con pochi grassi, non è limitata nemmeno ad un esercizio fisico moderato e costante, è bene, infatti, fare dei controlli medici periodici. Verificare il proprio stato di salute, indipendentemente da problemi o disturbi, può aiutare a prevenire molte malattie e a vivere una vita più serena. Non bisogna andare dal medico solo in determinate occasioni, come l’avanzare dell’età, la gravidanza o per verificare se iniziare o meno una determinata attività. Un controllo generico di routine è bene stabilirlo almeno una volta all’anno.

Importante farsi prescrive ed effettuare delle analisi del sangue e delle urine, così da verificare il livello del colesterolo, della glicemia, delle transaminasi, le funzioni renali, mentre il controllo della pressione dovrebbe essere un evento ancora più frequente, perché rappresenta un primo segnale, positivo o negativo, che ci può indicare il nostro stato di salute. A questo sono collegate le azioni del cuore, che può essere sottoposto ad esami specifici per valutarne il corretto funzionamento, come l’elettrocardiogramma. Anche i nostri sensi sono importanti, quindi verificare la vista e l’udito in particolar modo, anche perché con l’avanzare dell’età perdono la loro elasticità. Le donne e gli uomini, poi, dovremmo fare delle visite specialistiche per preservare il proprio apparato riproduttivo. I controlli medici devono essere un sinonimo di prevenzione.

Visite ed esami medici

[Articolo] Un esame del sangue prevederà la durata della vita

Il 20 Agosto 2019 un team di scienziati ha pubblicato sul Nature Communications un articolo sullo studio: “A metabolic profile of all-cause mortality risk identified in an observational study of 44,168 individuals”. L’obiettivo della ricerca era volto ad ottenere una stima più accurata della mortalità, che, fino ad oggi, permette ai medici di prevedere con […]

Visite ed esami medici

Fisioterapista, Osteopata E Chiropratico: Le Differenze

Quando si parla di salute, non c’è forse errore più grave che confondere i professionisti del settore e non riuscire a capire chi possa essere il migliore per risolvere un dato problema. E’ il caso del fisioterapista, dell’osteopata e del chiropratico, tre figure professionali che spesso vengono confuse ma che, in realtà, operano su tre campi […]