Salute e Dintorni

Needling fai da te (casalingo)

Seppur meno efficace dell’equivalente trattamento presso un centro estetico, grazie ad uno strumento detto rullo o roller (anche detto dermaroller o dermapen), è possibile praticare il needling anche a casa, in autonomia.

Il needling (da needle = ago) è una procedura cosmetica che prevede il passaggio su una zona precisa della pelle di un rullo dotato di minuscoli aghi.

Lo scopo è quello di procurare molteplici (ma innocue, se eseguite correttamente e rispettando protocolli operativi e di igiene) ferite, stimolando il corpo alla produzione di collagene ed elastina. E’ un trattamento che si consiglia, generalmente, dai 40 anni in su e serve a “forzare” il corpo alla produzione di proteine del tessuto connettivo.

Il roller per uso domestico presenta aghi più corti, che penetrano solo nello strato più superficiale della pelle; crea microlesioni assai più veloci, per il corpo, da rimarginare. L’effetto quindi è più blando (e meno cruento!) rispetto ad all’equivalente needling ambulatoriale, ma ha l’innegabile vantaggio di “aprire la strada” a trattamenti come creme e sieri, che risulteranno così più efficaci.

Anche se molto similare, il needling domestico, anche detto micro needling, non ha l’efficacia di quello svolto in ambulatorio. Quest’ultimo penetra più in profondità, è svolto manualmente da un professionista e necessita di un anestetico locale prima dell’inizio della procedura.

Più anti age che antirughe.

Come abbiamo visto nell’articolo sulla differenza tra anti age e antirughe, i trattamenti cosmetici possono intervenire sulle rughe già formate o rallentare il loro insorgere, insieme ad altri problemi tipici dell’avanzare dell’età.

Il needling rientra nella categorie dei trattamenti antietà, andando da un lato a stimolare la produzione di collagene, dall’altro favorendo una migliore penetrazione dei trattamenti successivi (quello più comune è un siero ad alta concentrazione di Vitamina C).

A cosa serve?

Sempre premesso che non fa miracoli, e il miglior trattamento anti età possibile è condurre una vita sana e il più possibile senza stress, needling casalingo, se svolto adeguatamente, può essere di aiuto come:

  • Generico antiage, grazie alla capacità di stimolare la produzione di collagene ed elastina
  • Diminuire le macchie della pelle
  • Diminire piccole cicatrici e cicatrici lasciate dall’Acne
  • Prepara la pelle a creme, lozioni e sieri
  • Contrasta e/o rallenta la formazione delle rughe

Più che la qualità del rullo in sé, è quindi essenziale guardare alla qualità e alle finalità delle creme o dei trattamenti che si applicano.

Insieme ad altre abitudini che le donne (e gli uomini, perché no?) praticano a fini della bellezza della propria pelle, come idratazione ed esfoliazione, il needling casalingo può rientrare tra quelle pratiche, da svolgere saltuariamente, per massimizzare gli sforzi per rallentare il corso del tempo.

Come si usa il dermaroller

Sulla pelle pulita (NON esfoliata!) si passa il rullo sulla zona interessata, facendo ben attenzione a non calcare troppo. La forza da applicare dipende essenzialmente da quanto è spessa la pelle zona da trattare. Si parte con mano leggera e, a seconda della propria pelle e della sopportazione del dolore, del tutto personale, si procede aumentando leggermente la pressione. La procedura, va da sé, non è totalmente indolore [una ceretta è più dolorosa, comunque N.d.A.] e può verificarsi un leggero sanguinamento: in questo caso è necessario ridurre la pressione nei successivi passaggi.

La singola zona va trattata col rullo in senso orizzontale, verticale e diagonale.

Coperta l’area interessata, con passaggi in tutte le direzioni, si procede all’applicazione della crema o del siero.

Assolutamente fondamentale: sciacquare bene, in acqua bollente, il roller prima di conservarlo e lavarlo bene, sempre in acqua bollente, prima di riutilizzarlo di nuovo. Anche se superficiale, la procedura è invasiva e l’attrezzo deve essere sterile per prevenire infezioni e irritazioni anche gravi.

Considerando che, in condizioni di salute, la pelle si sarà rigenerata e le microferite rimarginate in circa 10 giorni, è bene non ripetere il procedimento più di una, max due volte al mese.

Non procedere a esfoliazione prima che siano passati almeno 15 giorni dall’uso del dermaroller.

Che crema usare?

Non c’è una crema migliore di altre. Dipende molto dalle esigenze della persona. Il trattamento, già da solo, è in grado di stimolare i processi riparatori della pelle.

Creme ad alta concentrazione di vitamina C rappresentano un ottimo complemento al trattamento. Ma si possono usare anche creme più specifiche per le finalità che si vuole ottenere (es: antirughe).

Quanto costa un roller per needling?

Non c’è una grande tecnologia dietro. E’ un manico in plastica con un rullo cui sono attaccati degli aghi in ferro. I prezzi variano dalle 10 euro fino alle 30 / 40 euro per kit più completi, inclusivi di rulli di diverse misure.

Considerando che, pur non essendo monouso, si parla di FERRO (che può arruginire e attrarre batteri anche pericolosi), e di penetrazione all’interno della pelle, con conseguenti micro ferite, il consiglio è di cambiarlo spesso. Al primo segnale di obsolescenza, gettarlo e acquistarne uno nuovo.

Post scriptum: serve per curare la calvizie?

No.

Stefania Palazzo
Stefania Palazzo
La 'Stefy' è stata la prima autrice del sito nonché la prima a credere nel progetto Virtua Salute. Appassionata di medicine naturali.