Colite

La colite è un’infiammazione del colon il più delle volte causata da un’infezione dovuta al batterio Clostridium difficile, si manifesta con diarrea, febbre nausea e crampi addominali e può portare a disidratazione ed a complicanze anche gravi come la dilatazione e perforazione del colon. Il Clostridium difficile è normalmente presente nel suolo e negli escrementi e fa parte della flora intestinale; diventa patogeno e quindi responsabile delle infezioni della mucosa intestinale, quando la sua proliferazione è favorita da cure antibiotiche o da farmaci immunosoppressori, che distruggono parte della flora intestinale, poiché le tossine che secerne attaccano la parete intestinale provocando una diarrea abbondante.

COLITE CRONICA

Si tratta di colite ulcerosa ed è un disturbo cronico che colpisce la mucosa del retto estendendosi al colon. Provoca diarrea sanguinolenta, dolori di stomaco e può portare a numerose complicazioni come la dilatazione del colon e la perforazione dell’intestino.

Un  tipo particolare è il morbo di Crohn, un’infiammazione cronica del tubo digerente che interessa soprattutto il segmento finale dell’intestino tenue (ileo), il colon e l’ano. Si può manifestare con sintomi a carico dell’apparato digerente come diarrea intermittente, stitichezza, crampi addominali, vomito e lesioni anali; ma può anche presentarsi  con sintomi non necessariamente legati all’apparato digerente: infiammazione cronica delle articolazioni spinali, infiammazione dell’occhio, afte, calcoli alla colecisti ed ai reni.

CURARE LA COLITE

Le forme infettive di colite scompaiono subito dopo la fine di una cura antibiotica che ha disturbato la flora intestinale; in genere la terapia per questo tipo di disturbo consiste nell’interruzione o nel passaggio ad antibiotici diversi.

La colite cronica, invece, può essere tenuta sotto controllo da cure antinfiammatorie o immunosoppressive e, nei casi in cui queste non risultino efficaci, procedendo all’ablazione del retto e, a volte, alla proctectomia (rimozione chirurgica dell’ano), in alcuni casi combinata a parziale o completa ablazione del colon.