Salute Donna

[Studio] Mangiare tardi la sera può influire negativamente sul cuore

Una nuova ricerca conclude che vi è un’associazione tra l’assunzione di un maggior numero di calorie la sera e un peggioramento della salute nel cuore delle donne.

Sempre più ricerche evidenziano una forte connessione tra l’orario in cui si assumono i pasti principali, in particolar modo la cena e la colazione, e la salute del cuore e la regolarità del metabolismo.

Un recentissimo studio, che segue studi similari anch’essi recenti (uno di essi, ad esempio: “A pilot feasibility study exploring the effects of a moderate time-restricted feeding intervention on energy intake, adiposity and metabolic physiology in free-living human subjects“, conclude che allenarsi la mattina presto, prima di fare colazione, promuove la perdita di peso), non è ancora stato pubblicato ma verrà presentato, unitamente ai risultati rilevati, all’ AHA 2019 a Philadelphia.

Secondo le prime anticipazioni, lo studio è stato condotto su 112 donne volontarie sane di età media 33 anni. Le donne sono state esaminate dopo il reclutamento, poi, dopo 1 anno, sono state sottoposte al cosiddetto: “Life Simple 7” una sorta di checkup della salute del cuore che tiene conto di sette fattori modificabili dal paziente.

Per i 12 mesi del monitoraggio, inoltre, le donne hanno tenuto un diario alimentare quotidiano attraverso un’applicazione sul loro smartphone: per ogni giorno hanno annotato cosa, quanto e quando mangiavano.

La ricerca ha rivelato che le partecipanti che consumavano frequentemente più calorie dopo le sei di sera. tendevano ad avere una salute cardiovascolare peggiore.

Nello specifico, per ogni aumento dell’1% di apporto calorico dopo le 18:00, il punteggio di salute cardiovascolare diminuiva. La pressione sanguigna e l’indice di massa corporea tendevano ad aumentare e il controllo della glicemia tendeva ad essere più scarso.

L’analisi ha prodotto risultati simili per ogni aumento dell’1% delle calorie dopo le 20:00.

Nour Makarem, Ph.D., leader dei ricercatori e autore dello studio, conferma:

Questi risultati, pur preliminari, indicano che un’alimentazione serale consapevole dei tempi e della proporzione di calorie, può rappresentare un comportamento semplice e modificabile che può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Nour Makarem


Ovviamente non resta che attendere l’AHA 2019 e, molto probabilmente, un paper con tutti i dettagli dello studio, per trarre qualche considerazione più approfondita.

John Dimi
John Dimi
Editore e divulgatore scientifico. Oltre che contributor diretto per il sito, si occupa di fact checking e revisione delle bozze. ------ Note biografiche disponibili nella pagina Redazione | Tutti gli articoli, ove non espressamente specificato, sono sottoposti a Revisione Scientifica e Fact Checking.