Salute Donna

Eiaculazione femminile: tutto ciò che avresti sempre voluto sapere

Ultimo aggiornamento

L’eiaculazione femminile è quando l’uretra della donna espelle fluido durante un rapporto o durante la masturbazione; può avvenire durante l’eccitazione sessuale, ma non è necessariamente associata all’orgasmo.

La Scienza, a tutt’oggi, non comprende appieno questo fenomeno, la ricerca sull’esatto funzionamento e scopo è ancora abbastanza limitata. Di certo c’è che l’eiaculazione femminile è perfettamente normale, anche se i ricercatori rimangono divisi su quante donne ne facciano reale esperienza durante la vita.

In questo articolo, osserveremo con occhio scientifico i meccanismi, lo scopo e la frequenza dell’eiaculazione femminile.

Introduzione all’eiaculazione femminile

Esistono due diversi tipi di eiaculato femminile:

Liquido schizzante (squirting): questo fluido è solitamente incolore e inodore e si presenta in grandi quantità.

Liquido eiaculato: questo tipo ricorda più da vicino lo sperma maschile. Di solito è spesso e appare lattiginoso.

L’analisi ha dimostrato che il fluido contiene fosfatasi acida prostatica, un enzima presente nel seme maschile che contribuisce alla motilità degli spermatozoi.

Inoltre, l’eiaculato femminile contiene solitamente fruttosio, che è una forma di zucchero. Il fruttosio è anche generalmente presente nel seme maschile, come fonte di energia per gli spermatozoi.

Gli esperti ritengono che la fosfatasi acida prostatica e il fruttosio presenti nel fluido provengano dalle ghiandole di Skene, solitamente definite “la prostata femminile”.

Le ghiandole di Skene si trovano all’interno della parete della vagina vicino al punto G. I ricercatori ritengono che la stimolazione di queste ghiandole favorisca la produzione di fosfatasi acida prostatica e fruttosio, che poi si spostano nell’uretra.

L’eiaculazione femminile esiste davvero?

Per molti anni, gli scienziati hanno pensato che le donne che eiaculavano durante il sesso stavano solo sperimentando problemi di continenza. Tuttavia la ricerca degli ultimi anni ha smentito questa idea e ha confermato l’esistenza dell’eiaculazione femminile.

Uno studio del 2014 ha rilevato che il liquido si accumula nella vescica durante l’eccitazione e lascia l’uretra durante l’eiaculazione. Sette donne che hanno riferito di provare l’eiaculazione femminile durante il sesso hanno preso parte allo studio.

In primo luogo, i ricercatori hanno usato gli ultrasuoni per confermare che le vesciche delle partecipanti fossero vuote. Le donne hanno iniziato a stimolarsi fino a eiaculare mentre i ricercatori continuavano a controllarle usando gli ultrasuoni.

Lo studio ha scoperto che tutte le donne hanno iniziato con una vescica vuota, che ha iniziato a riempirsi durante l’eccitazione. Le scansioni post-eiaculazione hanno rivelato che le vesciche dei partecipanti erano di nuovo vuote.

Lo studio, “Nature and Origin of “Squirting” in Female Sexuality” (2014) è consultabile integralmente (in inglese) qui.

Quante donne sperimentano l’eiaculazione?

L’eiaculazione femminile è perfettamente normale, tuttavia ancora oggi pare essere uno dei tanti tabù associati al sesso. Secondo l’International Society for Sexual Medicine, diverse stime suggeriscono che tra il 10 e il 50 per cento delle donne eiacula durante il sesso.

Alcuni esperti ritengono che tutte le donne sperimentino l’eiaculazione, ma che molto spesso questa non è percepibile all’esterno; è possibile che non se ne abbia la consapevolezza perché il fluido può fluire all’indietro nella vescica piuttosto che lasciare il corpo.

In uno studio precedente che ha coinvolto 233 donne, il 14% delle partecipanti ha dichiarato di sperimentare eiaculazione durante tutti o quasi tutti gli orgasmi, mentre il 54% ha dichiarato di averlo provato almeno una volta.

Quando i ricercatori hanno confrontato i campioni di urina prima e dopo l’orgasmo, hanno trovato più fosfatasi acida prostatica in quest’ultimo. Hanno concluso che tutte le femmine creano eiaculato ma non sempre lo espellono. In questi casi, l’eiaculato ritorna alla vescica, che poi lo espelle durante la minzione.

Ciò che è certo è che l’esperienza dell’eiaculazione femminile, compresa la sensazione provata, gli stimoli e la quantità di eiaculato, varia considerevolmente da donna a donna.

Lo studio, “Women’s Experiences of Female Ejaculation” è consultabile qui.

Fa bene alla salute?

Non ci sono prove che l’eiaculazione femminile abbia benefici per la salute. Tuttavia, la ricerca ritiene che il sesso, in sé, porti notevoli benefici al corpo e alla mente.

Durante l’orgasmo, il corpo rilascia ormoni che alleviano il dolore che possono aiutare con dolori alla schiena e alle gambe, mal di testa e crampi mestruali.

Subito dopo il climax, il corpo rilascia ormoni che promuovono un sonno ristoratore. Questi ormoni comprendono prolattina e ossitocina.

Altri benefici per la salute includono:

  • abbassamento dello stress
  • rinforzo del sistema immunitario
  • protezione contro le malattie cardiache
  • abbassamento / regolarizzazione della pressione sanguigna

Non è chiaro se esista o meno un legame tra l’eiaculazione femminile e il ciclo ovarico e mestruale.

Alcune donne dicono che hanno maggiori probabilità di eiaculare dopo l’ovulazione e prima delle mestruazioni, mentre altre non vedono una connessione. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare o confutare questa associazione.

Stefania Palazzo
Stefania Palazzo
La 'Stefy' è stata la prima autrice del sito nonché la prima a credere nel progetto Virtua Salute. Appassionata di medicine naturali.