News

[Coronavirus] Quando riapriranno le palestre? Soprattutto: COME?

Ultimo aggiornamento

Che lo sport sia una componente essenziale della salute e del benessere è un concetto noto a tutti. È allo stesso modo evidente come, specie in città, la frequentazione di una palestra sia il modo migliore per tenersi in allenamento e socializzare. L’ovvia chiusura dei centri sportivi a seguito del lockdown per il coronavirus porta oggi alla domanda: quando riaprono palestre e centri sportivi?

Nel momento in cui scrivo non vi è ancora nulla di certo, ma secondo le parole del Ministro Spadafora potrebbero sussistere le condizioni per una riapertura già dal 18 maggio 2020. Data che riguarderà le palestre che sono “pronte” alla ripartenza, ovvero che rispettano il protocollo delineato dal ministero.

Ingressi scaglionati o su appuntamento

L’esigenza, va da sé, è quella di consentire l’allenamento garantendo che gli utenti possano mantenere l’obbligatorio distanziamento sociale (circa 2 metri quadri per ogni sportivo). Non è ancora chiaro come le palestre potranno (o dovranno) gestire lo scaglionamento. Si spera, tuttavia, che si eviti l’effetto supermercato: esce uno, entra l’altro, con code chilometriche fuori dalla struttura.

I centri più piccoli dovranno consentire l’accesso previo appuntamento.

Misurazione Temperatura all’ingresso

L’accesso ai locali sarà consentito previa misurazione della temperatura corporea. Dovrà essere negato l’accesso agli utenti che presentano temperatura pari o superiore a 37.5 gradi.

Gli operatori indosseranno obbligatoriamente mascherina e guanti

Se per i clienti la mascherina non sarà obbligatoria, gli impiegati, receptionist e personal trainer avranno l’obbligo di mascherina e guanti durante tutta la permanenza all’interno della palestra.

Dispositivi di protezione individuale (DPI) dovranno essere messi a disposizione della clientela.

Sanificazione

Gli attrezzi dovranno essere sanificati dopo ogni utilizzo (non è dato sapere se sarà un compito dell’utilizzatore o del personale della palestra), così come quotidianamente anche tutte le postazioni di lavoro come bancone della reception e aree di passaggio.

Dovranno essere a disposizione dei clienti dispenser di liquido disinfettante. Il numero di dispositivi per la sanificazione sarà necessariamente proporzionato alla grandezza della palestra.

Spogliatoi e aree benessere chiuse

I clienti dovranno presentarsi al centro sportivo già in tenuta da allenamento, in quanto persiste il divieto di consentire l’accesso a spogliatoi, docce, aree benessere, saune ecc.

Gruppi e personal trainer

Sarà consentito quindi l’allenamento individuale, mantenendo distanziamento dagli altri frequentatori, ma anche le lezioni di gruppo potrebbero aver luogo in caso sia possibile garantire ad ogni utente almeno 7 metri quadri.

I personal trainer dovranno mantenere una distanza di due metri dal loro assistito.


Quando si avrà una data certa?

Il protocollo necessita di approvazione della task force scientifica, il che potrebbe richiedere un paio di settimane dal momento della presentazione. Non è escluso quindi che l’apertura delle palestre possa slittare al 25 Maggio.

In ogni caso terremo un occhio sempre vigile sulla situazione e non appena saranno divulgate tempistiche e modalità definitive aggiorneremo questo articolo.

Vuoi discutere di questo articolo con i tuoi follower? Condividilo sui Social Network
John Dimi
John Dimi
Editore e divulgatore scientifico. Oltre che contributor diretto per il sito, si occupa di fact checking e revisione delle bozze. ------ Note biografiche disponibili nella pagina Redazione | Tutti gli articoli, ove non espressamente specificato, sono sottoposti a Revisione Scientifica e Fact Checking.
Avvisami di nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments