News

[Comunicato Sport e Salute] Bonus 600 euro per gli operatori dello sport – Aggiornamento

È di un paio di ore fa un comunicato pubblicato sulla pagina Facebook di Sport e Salute SPA, nel quale si rassicurano 34.000 nuovi destinatari del bonus di 600 euro richiesto dagli operatori dello sport presso il portale sportesalute.eu.

Per sintetizzare:

  • Essendo stato processato oggi, i soldi fisicamente sul conto dei 34.000 beneficiari dovrebbero essere visibili Lunedi o Martedi;
  • Il totale, ad oggi, dei beneficiari del bonus 600 euro di sportesalute.eu è circa 64.000;
  • Saranno sicuramente tagliati fuori dal bonus di Marzo coloro che hanno dichiarato nel 2019 guadagni per 10.000 euro o di più.

Nei commenti al post su Facebook sono tanti che lamentano la discriminazione tra chi ha fatto della palestra e dei centri sportivi il proprio luogo di lavoro abituale (quindi arrivando a guadagnare +10.000 euro nel 2019) e coloro che prestando servizio saltuario ha invece ricevuto il bonus per tempo.

Non è questo né il luogo né il modo per unirci alla protesta o criticare l’operato delle Istituzioni. Tuttavia si profila sempre più l’ipotesi che il mondo dello sport, con un ammontare di stanziamenti insufficienti a coprire tutte le domande, sia stato trattato da settore di Serie B, o comunque non sufficientemente calcolato.

Coloro che sono stati tagliati fuori dall’attuale Bonus (riferito a Marzo) non possono che incrociare le dita e sperare che l’imminente nuovo Decreto, che includerà anche l’ammontare degli stanziamenti per Aprile / Maggio per gli operatori dello sport tenga conto che no, 10.000 EURO di guadagno in UN ANNO (meno di mille euro al mese, calcolatrice alla mano) non sono una cifra che ti permette di metter da parte dei soldi e men che meno identifica grandi capitalisti che possono permettersi il lusso di non lavorare per tre mesi.

Segue comunicato:

Qualche minuto fa, mentre stavamo rispondendo ai vostri commenti, è iniziata la trasmissione della mail ai 34.000 destinatari del bonifico disposto ieri. Alla comprensibile gioia di molti di voi (ormai complessivamente 64.000) fa tuttavia ancora riscontro la sensazione di incertezza di alcuni, che non hanno ancora avuto certezze sull’esito della loro domanda.Cerchiamo di riassumere qualche punto fermo, anche esposto prima nei commenti, che può essere utile al fine di orientarsi in queste ore.1. – Le domande vengono istruite secondo l’ordine previsto dalla normativa. 2. – Se qualcuno che ha presentato domanda tra il 7 e il 9 aprile 2020 (dichiarando compensi 2019 < 10.000 euro) non rientrasse tra quelli per cui è stato disposto il bonifico, significa che la domanda è in corso di riesame perché ha ricevuto integrazioni o necessita di integrazioni istruttorie.3. – Già nelle prossime 48 ore, la società si riunirà per le domande che vengono lavorate in queste ore, in modo da poter procedere già lunedì a un nuovo flusso di pagamenti alle persone che soddisfano i requisiti di legge. 4. – Nessun collaboratore che ha dichiarato compensi 2019 sopra i 10.000 euro può aver ricevuto l’indennità.5. – Questi collaboratori, così come i collaboratori che hanno presentato domanda dopo il limite di 83.333 domande che corrisponde al tetto di 50 milioni, verranno valutati non appena il Governo, come ha anticipato il Ministro dello Sport, integrerà lo stanziamento. Ci aggiorniamo al più presto.

Dalla pagina Facebook Sport e Salute

Vuoi discutere di questo articolo con i tuoi follower? Condividilo sui Social Network
Redazione Virtua Salute
Redazione Virtua Salute
Pubblica contenuti, comunicati stampa e press release su Virtua Salute. Contattaci attraverso la pagina "Pubblica su Virtua Salute"
Avvisami di nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments