Alimentazione

Cibi da evitare dopo lo sbiancamento dei denti

Ultimo aggiornamento

Lo sbiancamento è una delle procedure dentali più popolari, che conferisce a chi vi si sottopone un sorriso più luminoso, sano e fotogenico. Sfortunatamente, non è una procedura che dura nel tempo e può essere facilmente compromessa da pessime abitudini come il fumo errate scelte in fatto di alimentazione.

Annullare gli effetti dello sbiancamento dei denti può essere non solo esteticamente spiacevole, ma anche una perdita di tempo e denaro, visto che è una procedura costosa e che, talvolta, richiede diverse sedute dal dentista.

Il fine di questo articolo, pertanto, è indicare al lettore poche, ma scrupolose “best practice” da adottare dopo aver effettuato lo sbiancamento dei denti, al fine di prolungarne il più possibile gli effetti.

Il fumo deve, ovviamente, essere bandito. Ma anche di alcune bevande e cibi sarà meglio limitare il più possibile il consumo.

Esistono tre sostanze che, più di tutte, sono responsabili dell’annullamento degli effetti dello sbiancamento dentale.

  1. acidi
  2. cromogeni
  3. tannini.

Questi possono concretamente sia causare la colorazione che la fragilità dello smalto del dente. Pertanto, è consigliabile astenersi dagli alimenti che contengono queste sostanze per un periodo di minimo di 48 ore dopo lo sbiancamento.

Cibi da evitare dopo lo sbiancamento

Come regola generale, è consigliabile astenersi da cibi che “possono macchiare una camicia bianca“.

Di seguito è riportato l’elenco di tali alimenti, i quali devono essere rigorosamente evitati dopo la procedura di sbiancamento.

Alimenti di colore scuro

Alcuni alimenti come barbabietola rossa, mirtilli, cioccolato fondente e alcune salse di colore scuro dovrebbero essere completamente evitati e dovrebbero essere sostituiti con salse bianche. Ad esempio, se la pasta è il tuo pranzo abituale, una buona opzione è passare dalla pasta in rosso alla pasta in bianco. Inoltre, se a volte è inevitabile mangiare salse di colore scuro, allora è meglio consumare molte verdure a foglia verde come spinaci, cavoli o broccoli. Queste verdure, se consumate in forma grezza, hanno il potenziale per rimuovere le macchie causate dal consumo di cibi di colore rosso.

Bevande di colore scuro

Bevande come caffè e tè sono cariche di caffeina che può provocare macchie sui denti. Anche il vino rosso dovrebbe essere completamente evitato dopo la procedura di sbiancamento.

Alimenti e bevande di natura acida

Anche se la frutta è considerata una delle opzioni alimentari più sane, i frutti acidi come uva, arance, mirtilli rossi hanno una concentrazione di pH particolarmente bassa che una volta consumata aumenta la natura acida della saliva. La saliva altamente acida può danneggiare ulteriormente lo smalto già precedentemente indebolito dal processo di sbiancamento dei denti.

L’aceto che viene comunemente usato come condimento per l’insalata dovrebbe essere evitato a causa della sua natura altamente acida. Ma se è inevitabile mangiare tali alimenti, il trucco migliore è consumare verdure crude come lattuga subito dopo aver consumato questi alimenti per annullare l’effetto acido.

Fonti

Vuoi discutere di questo articolo con i tuoi follower? Condividilo sui Social Network
Lucia Del Neri
Lucia Del Neri
La decana del sito. Oltre che a pubblicare direttamente, si occupa della prima revisione dei contributi inviati dai redattori esterni.
Avvisami di nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments