Aneurisma

L’aneurisma è una dilatazione anormale della parete di un’arteria, di una vena oppure del cuore; può essere congenito o formarsi in una parete indebolita a causa di un trauma, da un’infezione o da arteriosclerosi. E’ asintomatico, si manifesta quindi quando si rompe provocando un’emorragia interna che richiede un intervento chirurgico d’emergenza.

Nel tempo, a causa della pressione sanguigna, gli aneurismi tendono a dilatarsi fino a sanguinare leggermente o rompersi all’improvviso. La loro rottura è favorita dall’invecchiamento delle pareti delle arterie, dall’aterosclerosi e dall’alta pressione sanguigna.

TIPI DI ANEURISMA

Esistono diversi tipi di aneurismi a seconda della loro posizione (cerebrale, aortico, cardiaco), della loro forma (fusiforme, sacculare) e della loro causa.

Gli aneurismi cerebrali: si formano spesso alla biforcazione di un’arteria, sono il più delle volte sacculari (si forma cioè una piccola sacca legata alla parete dell’arteria da un restringimento) e congeniti. La rottura di un aneurisma cerebrale provoca un’emorragia cerebrale che può portare a complicazioni neurologiche come la paralisi o a problemi della memoria e del linguaggio.

Gli aneurismi aortici: sono generalmente fusiformi (hanno cioè l’aspetto di una dilatazione dell’arteria) e nella maggior parte dei casi interessano la parte addominale dell’aorta situata al di sotto delle arterie renali. La rottura di un aneurisma aortico provoca un’emorragia interna molto estesa, spesso fatale.

CURARE GLI ANEURISMI

La cura degli aneurismi si serve di tecniche chirurgiche (embolizzazione, clampaggio)che vengono eseguite preventivamente sugli aneurismi di grosse dimensioni che presentano il rischio di rompersi oppure nelle emergenze per riparare un aneurisma rotto. Gli aneurismi di piccole dimensioni vanno controllati regolarmente per monitorarne  il diametro ed intervenire chirurgicamente se diventa critico.

Embolizzazione: consiste nel chiudere un’arteria che ha un aneurisma o che alimenta una struttura patologica quale fibroma o tumore ed avviene attraverso un pallone, particelle sintetiche o un filamento metallico.

Clampaggio: intervento che consiste nel chiudere con una pinza un vaso sanguigno per fermar l’emorragia o isolare un aneurisma.