Salute Donna

La Sindrome da Fatica Cronica (CFS)

La sindrome da fatica cronica (Chronic Fatigue Syndrome – CFS) è una malattia a lungo termine con presenta una vasta gamma di sintomi. Il sintomo più comune è la sensazione di estrema stanchezza.

La Sindrome da Stanchezza Cronica è anche conosciuta come encefalomielite mialgica (myalgic encephalomyelitis – ME), oppure malattia da intolleranza sistemica allo sforzo (Systemic exertion intolerance disease – SEID). Anche chiamata Sindrome da Affaticamento (o Stanchezza) Cronico. Quale sia il termine corretto da utilizzare per la condizione è tutt’ora oggetto di dibattito in seno alla comunità medica; in attesa di una denominazione definitiva ci riferiremo alla patologia come CFS / ME.

La CFS / ME affligge lo 0,5 / 1 % della popolazione, può colpire chiunque, inclusi i bambini. Tuttavia, colpisce in grande maggioranza le donne e tende a manifestarsi tra i 20 e i 40/50 anni.

Sintomi della Sindrome da Fatica Cronica

Il sintomo principale della CFS / ME è una generale sensazione di malessere e stanchezza, che non si risolve dormendo o assumendo un tonico (es: caffeina).

Le persone affette da CFS / ME possono avere altri sintomi, tra cui:

scarsa qualità del sonno
dolori muscolari o articolari
mal di testa
mal di gola all’altezza delle ghiandole, in assenza di gonfiore
problemi di concentrazione o memoria
sintomi influenzali
sensazione di vertigini
battiti cardiaci veloci (palpitazioni) o irregolari (aritmia)

I sintomi sopra elencati tendono a peggiorare se la persona compie degli sforzi oppure fa attività fisico-sportiva.

La gravità e l’insorgenza dei sintomi possono variare da un giorno all’altro e all’interno della stessa giornata.

I sintomi della CFS / ME sono comuni a quelli di molte altre malattie, quindi è importante consultare il medico per ottenere una diagnosi corretta.

Diagnosi

Sfortunatamente non esiste un test specifico per identificare la CFS / ME, quindi quasi sempre la diagnosi avviene per “sottrazione“, ovvero escludendo prima tutte le altre patologie che causano sintomi simili.

Il medico si informerà dei sintomi specifici del paziente e indagherà sulla sua storia clinica. Spesso vengono richiesti esami del sangue e delle urine.

Poiché i sintomi della CFS / ME sono simili a quelli di molte malattie comuni che, di solito, migliorano da sole, la diagnosi di CFS / ME viene presa in considerazione se i sintomi non migliorano rapidamente e tendono a persistere nel tempo, in genere oltre i 4 mesi.

Recenti (2016) studi da parte di ricercatori della Cornell University, pubblicati qui: “Reduced diversity and altered composition of the gut microbiome in individuals with myalgic encephalomyelitis/chronic fatigue syndrome“, suggeriscono che la CFS / ME è caratterizzata da un’anomalia del microbioma intestinale. I pazienti presentano livelli elevati di alcuni marcatori del sangue per la traslocazione microbica (LPS, LBP e sCD14).
Ideare uno strumento diagnostico atto alla misurazione di questi marcatori potrebbe rendere più rapida e certa la diagnosi di Sindrome da Fatica Cronica.

Cause della Sindrome della Fatica Cronica

La causa certa della CFS / ME è purtroppo sconosciuta.

Alcune teorie indicherebbero un’infezione come fattore scatenante, mentre altre identificano fattori. Le cause o trigger suggeriti per la CFS / ME includono:

  • infezioni virale
  • infezioni batteriche
  • problemi al sistema immunitario
  • squilibri ormonali
  • problemi legati a stress e traumi emotivi
  • genetica

Trattamento e cura della Sindrome da Fatica Cronica

Il trattamento per la CFS / ME ha prevalentemente lo scopo di alleviare i sintomi; esso dipenderà quindi da come e da quanto la CFS / ME influenza la quotidianità del paziente.

I trattamenti includono:

  • terapia cognitivo comportamentale
  • un programma di esercizi fisici graduali ( Graded exercise therapy – GET)
  • farmaci per il controllo del dolore, nausea e problemi del sonno

La maggior parte delle persone che soffre di CFS / ME migliora nel tempo, sebbene alcune persone non riescano a recuperare completamente. È anche probabile che ci saranno periodi in cui i sintomi miglioreranno o peggioreranno. Nelle donne la recidiva è molto frequente, mentre bambini e giovani tendono al recupero definitivo della malattia.

Convivere con la Sindrome da Fatica Cronica

La vita di una persona affetta da CFS / ME può essere difficile. La stanchezza estrema, unitamente agli altri sintomi fisici, possono rendere difficile svolgere le attività quotidiane. Spesso è necessario apportare alcuni importanti cambiamenti nel suo stile di vita. La CFS / ME può anche influire sulla salute mentale ed emotiva del paziente nonché avere un impatto negativo sulla tua autostima.

Oltre a chiedere supporto alla tua famiglia e ai tuoi amici, potresti trovare utile parlare con altre persone con CFS / ME. In Italia esistono numerose associazioni ONLUS che si occupano di fornire supporto, accogliere e far incontrare le persone che soffrono di questa malattia.

Di seguito alcuni riferimenti utili:

Associazione CFS – Associazione onlus malati CFS
A.C.F.S.

Stefania Palazzo
Stefania Palazzo
La 'Stefy' è stata la prima autrice del sito nonché la prima a credere nel progetto Virtua Salute. Appassionata di medicine naturali.