Cure e Trattamenti

[Studio circoscritto] Artrosi alleviata da fanghi e bagni di cloruro di sodio

Revisione Scientifica: Giovanna Bonfant

L’osteoartrosi (OA) in Italia

L’osteoartrosi (OA), diffusa anche nell’accezione di osteoartrite – derivazione dall’inglese osteoarthritis – è un’alterazione degenerativa di un’articolazione, caratterizzata da lesioni progressive della cartilagine articolare e dell’osso sottostante. Questa condizione può provocare limitazione funzionale e peggiorare la qualità della vita.

La cartilagine è un tessuto che consente lo scorrimento di due capi articolari. L’usura o la mancanza di cartilagine causa frizione delle ossa durante il movimento articolare, con il loro conseguente danneggiamento.
Questo fenomeno causa dolore, tumefazioni e rimodellamento delle ossa e dei legamenti articolari e tende a peggiorare con il passare degli anni.
In Italia coinvolge il 12,1% della popolazione: 4 milioni di persone, e colpisce con maggior frequenza le donne rispetto gli uomini.

Le articolazioni più a rischio sono:

  • anche
  • mani
  • ginocchia
  • colonna cervicale
  • colonna lombare.

Non esistendo ad oggi una cura mirata contro la OA, gli scienziati sono alla ricerca di nuovi trattamenti terapeutici per alleviarne i sintomi.

Una nuova ricerca sull’artrosi e gli effetti della balneoterapia e fangoterapia

Il 6 settembre 2019 è stata pubblicata la ricerca di studiosi dell’Università Lituana: “The effect of balneotherapy and peloid therapy on changes in the functional state of patients with knee joint osteoarthritis: a randomized, controlled, single-blind pilot study”.

Questo studio era finalizzato a misurare i parametri clinici legati a:

  • velocità di deambulazione
  • tempo di esecuzione di 5 sedute/alzate
  • circonferenze di coscia, ginocchio e polpaccio
  • range di flessione/estensione
  • forza del flessore/estensore)

prima del trattamento, dopo il trattamento e a 1 mese dal trattamento.

Lo studio ha coinvolto 95 adulti con OA dell’articolazione del ginocchio di grado I-III nella classificazione di Kellgren Lawrence.
L’età media dei soggetti era di 64,6 anni.
La maggior parte dei soggetti era di sesso femminile (87,0%).
Infine, le caratteristiche di base dei soggetti (età, sesso, indice di massa corporea), non differivano significativamente.

Foto di naturwohl-gesundheit da Pixabay

I partecipanti sono stati suddivisi in 3 gruppi:

  1. GRUPPO 1: 32 soggetti – presso il Sanatorio “Egle”(Druskininkai).
    I partecipanti sono stati trattati a con applicazioni di fango di torba (temperatura di 36-42 °C) nella zona della vita e delle gambe per 20 minuti.
    Hanno inoltre ricevuto 10 procedure a giorni alterni con terapia fisica specifica.
  2. GRUPPO 2: 30 soggetti – presso il Sanatorio “Egle”(Druskininkai).
    I soggetti sono stati trattati con il bagno di cloruro di sodio (temperatura dell’acqua 36-38 °C) con mineralizzazione 40–46 g/l per 15 min.
    Hanno anche ricevuto fisioterapia specifica, 10 procedure a giorni alterni.
  3. GRUPPO 3: 30 soggetti – presso l’Ospedale dell’Università Lituana di Scienze della Salute, Clinica di riabilitazione.
    Hanno ricevuto fisioterapia specifica, 10 procedure a giorni alterni.

La terapia fisica è stata standardizzata per tutti e 3 i gruppi (stesso protocollo di esercizi).

Considerazioni sulla ricerca e benefici ottenuti

Gli scienziati hanno confermato che i risultati ottenuti dallo studio pilota coincidono con i risultati di studi precedenti e specificano:

Il trattamento con bagni di cloruro di sodio minerale, l’applicazione di fango di torba e la fisioterapia sono stati più efficaci del solo trattamento fisioterapico […]
L’effetto positivo dell’acqua minerale e della fangoterapia è associato all’effetto meccanico, termico e chimico; tuttavia, il meccanismo d’azione rimane oggetto di dibattito.

LIMITAZIONI DELLA RICERCA

Le limitazioni della ricerca sono relative a:

  • mancanza di valutazione degli effetti a lungo termine (> 12 mesi) e della qualità della vita
  • coorte ristretta (inferiore a 100 partecipanti, non equilibrata nel rapporto doi presenze donna/uomo);
  • i pazienti inclusi nello studio erano limitati ai gradi da I a III della scala di Hellgren-Lawrence. I risultati pertanto non possono essere generalizzati a tutti i pazienti con OA del ginocchio, in particolare i pazienti con condizioni funzionali particolarmente gravi;
  • i pazienti erano disposti a sottoporsi a un programma di riabilitazione ambulatoriale.

BENEFICI OTTENUTI

Nei gruppi di pazienti con OA dell’articolazione del ginocchio, a cui sono stati applicati bagni di cloruro di sodio minerale e applicazioni di fango di torba:

[…] dopo il trattamento e dopo 1 mese dal trattamento i dati antropometrici sono significativamente migliorati; l’intensità del dolore e la rigidità articolare sono diminuite, l’attività fisica è aumentata rispetto al gruppo di controllo.

hanno commentato i ricercatori.

Per confermare benefici e risultati ottenuti sono necessari futuri studi, che includano un numero maggiore di partecipanti su un periodo di osservazione più lungo.

Lucia Fava
Lucia Fava
Copywriter ed esperta di social media marketing, è la responsabile del coordinamento con i revisori scientifici. Si occupa di ricerca fonti e fact checking. ------ Note biografiche disponibili nella pagina Redazione | Tutti gli articoli, ove non espressamente specificato, sono sottoposti a Revisione Scientifica e Fact Checking.