Alimentazione

Funghi come alleati della salute: vitamina D e antiossidanti

Anche detti miceti, si trovano in commercio in numerose varietà, e per quanto molti di essi siano tossici e non adatti al consumo umano, quelli commestibili apportano all’alimentazione un gran numero di importanti e preziose sostante nutritive. Vediamo in questo articolo le proprietà dei funghi e come possono fornirci energia e salute.

ATTENZIONE

Nascono e crescono facilmente in ambienti umidi, questo significa che ci si può imbattere in molteplici varietà di funghi quando si fanno escursioni in montagna o nei boschi. Talvolta li si può intravedere nelle aree verdi cittadine, ai piedi di alberi e nelle aiuole. La tentazione di raccoglierli e farsi un’insalata è forte, ma con oltre 2000 varietà di funghi, molte di esse velenose e molto simili a quelle commestibili, è altissima la possibilità di portare a casa un esemplare che ci rovinerà la serata, nella migliore delle ipotesi (i funghi possono essere letali). Fate sempre attenzione e se non siete esperti, lasciateli sul terreno.

Benefici nutrizionali dei funghi

Per ovvi motivi ci concentreremo solo sulle varietà commestibili, che pur in forme e sapori diversi, presentano un profilo nutrizionale pressoché simile. In diverse proporzioni, tutti i funghi commestibili contengono proteine e fibra alimentare. Inoltre, apportano vitamine del gruppo B e Selenio, considerato un potente antiossidante e antietà, che contribuisce a sostenere il sistema immunitario e prevenire danni a cellule e tessuti.

In particolare, i funghi bianchi sono una delle poche fonti non animali di vitamina D (fonte: In Pursuit of Vitamin D in Plants). Specie se coltivati all’aperto, sono esposti alla luce UV che aumenta la loro concentrazione di vitamina D.

I funghi sono oggetto di attenzioni della scienza per i potenziali utilizzi a scopo medico. Lo studio: “Recent developments in mushrooms as anti-cancer therapeutics: a review.” ne ipotizza i potenziali antitumorali, mentre: “Therapeutic potential of culinary-medicinal mushrooms for the management of neurodegenerative diseases: diversity, metabolite, and mechanism.” documenta una ricerca che ne studia le proprietà di prevenzione di malattie degerative del sistema nervoso.

È stato dimostrato che i funghi presentano fitonutrienti, come i polisaccaridi, che hanno la proprietà di abbassare i livelli di colesterolo. Contribuiscono quindi alla salute del cuore regolarizzando la pressione e mantenendo sana la circolazione, prevedendo attivamente che le cellule si attacchino alle pareti dei vasi sanguigni e formino placche.

John Dimi
John Dimi
Editore e divulgatore scientifico. Oltre che contributor diretto per il sito, si occupa di fact checking e revisione delle bozze. ------ Note biografiche disponibili nella pagina Redazione | Tutti gli articoli, ove non espressamente specificato, sono sottoposti a Revisione Scientifica e Fact Checking.

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami di nuovi commenti  
Notificami