Bronchite

BRONCHITE

La bronchite consiste in un’infiammazione dei canali bronchiali, che si manifesta con una tosse grassa accompagnata da espettorazione e che può estendersi alla trachea. Per effetto dell’infiammazione la mucosa dei bronchi s’ispessisce riducendo l’afflusso d’aria agli alveoli polmonari.

TIPI DI BRONCHITE

Bronchite acuta: nella maggior parte dei casi ha origine virale ed è una malattia molto frequente in autunno e in inverno. Compare all’improvviso e si manifesta inizialmente con una tosse secca che, in 3 o 4 giorni si trasforma in tosse grassa accompagnata da espettorazione del muco prodotto dai bronchi e, a volte, da febbre bassa. In genere si risolve spontaneamente in una decina di giorni, tuttavia, nei bambini piccoli e nelle persone anziane che soffrono di problemi respiratori, sono a rischio di infezioni batteriche secondarie, che richiedono una terapia antibiotica.

Bronchite cronica: è un’infiammazione permanente o ricorrente della mucosa bronchiale, accompagnata da ipersecrezione di muco che si manifesta con tosse insistente ed espettorazione di fluido. Affinché una bronchite possa essere considerata cronica, questi sintomi devono durare almeno tre mesi all’anno per due anni consecutivi. E’ provocata principalmente dal fumo e può evolversi in enfisema, una patologia  cronica dei polmoni dovuta all’allargamento degli alveoli polmonari prodotto dalla distruzione della loro parete. L’enfisema si manifesta con una respirazione difficile e rumorosa, tosse accompagnata da espettorazione, stanchezza e perdita di peso. Bronchite cronica ed enfisema (definiti anche broncopneumopatia)  sono malattie invalidanti caratterizzate da una crescente difficoltà respiratoria e costituiscono una sempre più significativa causa di mortalità nei Paesi occidentali.

Bronchiolite: si tratta dell’infiammazione dei bronchioli causata da un’infezione virale. E’ contagiosa e colpisce soprattutto i bambini al di sotto dei 2 anni, guarisce spontaneamente in una settimana ma può determinare un’insufficienza respiratoria acuta a causa dell’ostruzione dei bronchioli, specialmente in neonati con meno di sei mesi. Per questo motivo le cure cercano di facilitare la respirazione contribuendo ad eliminare il muco che ostruisce i bronchi.