Nevralgia

La nevralgia è un dolore dovuto ad  un’irritazione o una lesione che si localizza lungo il percorso di un  nervo misto o sensitivo oppure  nella zona da esso innervata.

Fatta eccezione per i casi i cui la nevralgia è la conseguenza di malattie quali ernia del disco, artrosi, herpes zoster ecc…, la maggior parte delle volte questa patologia ha cause sconosciute; il dolore può essere di intensità variabile ed anche molto debilitante; in certi casi si rende necessario l’intervento chirurgico per desensibilizzare e decomprimere il nervo interessato.

Quando la nevralgia è localizzata negli arti inferiori o superiori si parla di sciatica (che coinvolge cosce e gambe), quando invece  aggredisce la parte inferiore del collo, le spalle, le braccia e le mani siamo in presenza di nevralgia cervicobranchiale.

La sciatica è solitamente caratterizzata da dolore nella fascia posteriore dell’arto inferiore, che si può estendere dalle natiche al piede e si accentua stando in piedi. Spesso è preceduta da una lombaggine che può dipendere da un’ernia del disco che comprime la radice del nervo,  da artrosi delle vertebre lombari, da una frattura del bacino e, in certi casi, addirittura da un’iniezione mal fatta in un muscolo gluteo.

Quando il dolore coinvolge  il volto si parla invece di nevralgia facciale, che deriva dall’’irritazione o dalla lesione del nervo trigemino che lo innerva; si manifesta con attacchi violenti ed improvvisi simili a scariche elettriche, con un dolore unilaterale che scompare senza lasciare postumi. A volte provoca spasmi involontari detti ‘tic del viso’. Questi attacchi si possono scatenare senza nessuna causa apparente, oppure possono seguire la stimolazione di una specifica superficie cutanea.

L’origine della nevralgia facciale è sconosciuta; a volte dipende dalla compressione del nervo trigemino da parte di un vaso sanguigno, in altri casi può  manifestarsi come effetto collaterale di una malattia (tumore, infezione, sclerosi multipla ecc…)