Diabete Mellito

Il diabete è attualmente la quinta causa di morte nel mondo e colpisce circa 200 milioni di persone. E’ una malattia cronica caratterizzata da eccesso di glucosio nel sangue (iperglicemia) che provoca un’abbondante orinazione  e una sete intensa.  Si distingue tra diabete di tipo 1 e tipo 2, a seconda delle cause che lo determinano, tuttavia ,entrambi possono portare alle stesse complicazioni.7

DIABETE DI TIPO 1

Si tratta di diabete insulino-dipendente, una malattia autoimmune che determina la distruzione delle cellule del pancreas che producono l’insulina, causando iperglicemia. Poiché il pancreas non è in grado di produrre insulina in quantità sufficiente a prevenire l’iperglicemia, la terapia del diabete di tipo 1 richiede la regolare somministrazione di insulina con iniezioni nel tessuto sottocutaneo (da 1 a 4 volte al giorno) usando una siringa monouso oppure una penna ricaricabile da insulina. Questa patologia di solito si manifesta prima dei 20 anni di età; al suo esordio il paziente spesso non ha sintomi, quando la glicemia raggiunge valori molto elevati, il corpo cerca di eliminare il glucosio in eccesso aumentando la frequenza e l’abbondanza di minzione, producendo urina con un alto contenuto di glucosio. A ciò segue la disidratazione, che provoca una sete intensa, aumento di appetito, stanchezza e mal di testa.

DIABETE DI TIPO 2

E’ il diabete non insulino-dipendente ovvero una malattia cronica caratterizzata dalla resistenza delle cellule del corpo all’azione dell’insulina prodotta dal pancreas; in pratica le cellule assimilano male il glucosio che si accumula nel sangue,  così  il pancreas è costretto a produrre sempre più insulina per abbassare la glicemia ma non riuscendoci si logora progressivamente,  determinando una riduzione della produzione di insulina che va compensata con le iniezioni. Questo tipo di diabete è legato all’invecchiamento, all’obesità, allo stile di vita sedentario e può rimanere asintomatico per vari anni prima di rivelarsi.

Il trattamento farmacologico del diabete di tipo 2, che permette a chi ne è soggetto, di condurre una vita pressochè normale, prevede farmaci quali la Metformina.