Influenza 2013

Anche quest’anno il virus dell’influenza è arrivato puntuale. Soprannominata l’americana, in quanto proveniente dagli USA, l’influenza 2013 circola ormai già da un mese, ma il picco epidemico è previsto intorno alla fine di Gennaio.

Vediamo più in dettaglio quali sono i possibili rimedi per contrastarne i sintomi, i vaccini a disposizione e le previsioni su questo nuovo ceppo influenzale.

Il virus in questione non sembra essere particolarmente dannoso, anche se si tratta di un ceppo molto virulento e contagioso. Esso non  provoca particolari complicazioni nei soggetti sani, tuttavia sono le persone più a rischio, come bambini e anziani con problemi respiratori e cardio-vascolari, a dover porre maggiore attenzione e a prevenire possibili complicanze.

principali sintomi causati dal virus sono quelli tipici dell’influenza stagionale, come febbre, brividi, dolori ossei e muscolari, stanchezza e affaticamento, tosse, raffreddore e mal di testa. Il periodo di malattia può durare dai 7 ai 10 giorni, mentre l’incubazione varia dai 2 ai 4 giorni.

vaccini anti-influenzali sono stati distribuiti anche quest’anno, seppur inizialmente accompagnati da numerose polemiche riguardo la loro sicurezza, essi si sono rivelati invece molto efficaci, e non sono stati riscontrati particolari effetti indesiderati nei soggetti che vi si sono sottoposti. Le varie polemiche a riguardo hanno comunque causato una cospicua riduzione nella percentuale di  persone che si sono sottoposte al vaccino, tra le quali anche molti soggetti a rischio.

La vaccinazione però, non è l’unico modo con il quale è possibile prevenire e contrastare l’influenza. Seguire una sana e corretta alimentazione, ricca di vitamine e sali minerali può, ad esempio, aiutarci a rinforzare il sistema immunitario e proteggerci dal contagio. È buona regola inoltre, seguire le basilari norme igieniche, ad esempio lavare bene le mani prima di mangiare, oltre ovviamente ad evitare di entrare in stretto contatto con le altre persone malate.

Per curare i sintomi dell’influenza è molto importante evitare le terapie fai-da-te, che non solo possono risultare inefficaci, ma addirittura potrebbero peggiorare la situazione. È importante quindi consultare sempre il medico per farsi prescrivere la giusta terapia farmacologica, a seconda del caso e della gravità dei sintomi.