La figura dell’Operatore Socio Sanitario

L’Operatore Socio Sanitario è una figura professionale che svolge varie attività in ambito assistenziale e sociale. Egli collabora con diverse figure sanitarie e svolge il suo ruolo appoggiandosi a tutte le strutture che operano in questo campo. L’OSS può lavorare in ambito ospedaliero, in ASL, in cliniche per anziani, in case famiglia, in comunità di recupero per ragazzi con problemi di alcolismo e tossico-dipendenza, ed inoltre opera anche come assistente domiciliare.

Dunque, l’Operatore Socio Sanitario appartiene ad un pool di figure professionali che collaborano in sinergia (ad esempio una figura simile a quella dell’OSS è quella dell’operatore socio assistenziale, che si forma però con corsi separati, i cosidetti corsi OSA), con l’obiettivo comune di assistere ed aiutare le persone deboli e in difficoltà. Il suo compito è, quindi, quello di comunicare con queste persone, avendo l’abilità di percepire le cause dei loro malesseri, per poter organizzare dei servizi mirati al miglioramento della loro qualità di vita.

 

L’OSS aiuta, ad esempio, le persone anziane che vivono sole e che si trovano in situazioni di disagio, assiste le persone disabili, svolgendo presso i loro domicili diverse mansioni, aiutandoli nell’igiene personale, sbrigando per loro delle commissioni esterne oppure preparandogli pasti caldi e procurandogli i beni di prima necessità. Il suo obiettivo è, quindi, quello di aiutare in modo concreto tutte quelle persone che richiedono assistenza, anche nello svolgimento di pratiche giornaliere.

Egli collabora, inoltre, con i centri sociali per il recupero di ragazzi problematici o che vivono in famiglie disagiate, inserendoli in progetti formativi, che diano loro la possibilità di imparare un lavoro, allontanandoli dal pericolo della strada. L’OSS ha anche il compito di dare un sostegno psicologico, cercando di capire le cause dei loro malesseri e  aiutandoli a superarli, non solo attraverso un supporto materiale, ma soprattutto attraverso un sostegno morale.

L’Operatore Socio Sanitario è dunque una figura professionale molto importante, che svolge ruoli di grande sensibilità e responsabilità, per cui necessita di una preparazione non solo di grande sensibilizzazione a livello umano, ma anche di una formazione completa, che gli conferisca i giusti mezzi teorico-pratici per svolgere al meglio il suo lavoro. La sua conoscenza  deve perciò spaziare dall’ambito socio culturale a quello psicologico, dall’ambito igienico-sanitario a quello sociale ed organizzativo, in quanto deve essere anche in grado di lavorare in gruppo e di relazionarsi con le persone.

Per diventare Operatore Socio Sanitario, quindi, bisogna acquisire un diploma professionalizzante, che si può conseguire al termine di corsi specifici OSS, atti ad impartire una preparazione completa appropriata, sia attraverso una serie di lezioni teoriche che con insegnamenti pratici, che diano quindi una formazione a 360°.