Dolori Muscolari

La mialgia è un sintomo che compare spesso dopo un intenso, prolungato sforzo muscolare; è un dolore che può essere dovuto anche ad una postura scorretta, ad una contrattura (crampo, torcicollo), ad una lesione muscolare (strappo), ad un’infezione oppure ad una malattia metabolica o autoimmune.

TIPOLOGIE DI DOLORI MUSCOLARI

Dolori muscolari temporanei: sono originati dall’aumento della produzione di acido lattico provocato dalla carenza di ossigeno;  durante uno sforzo fisico intenso e prolungato, infatti,  l’apporto di ossigeno all’organismo non è più sufficiente a soddisfare le esigenze delle fibre muscolari e l’acido si accumula nel muscolo originando dolore. Una buona idratazione quindi bere molta acqua durante l’attività fisica, permette di eliminare meglio l’acido lattico.

Fibromialgia: caratterizzata da dolore muscolare diffuso combinato a dolori localizzati in specifiche regioni del corpo, colpisce soprattutto le donne e si manifesta con sintomi quali mal di testa, stanchezza, disturbi del sonno e a volte depressione. Essendo difficile da diagnosticare, in passato questa malattia veniva considerata un vero e proprio disturbo psichiatrico; in seguito, sebbene si discuta ancora sulla sua causa precisa,  l’Organizzazione Mondiale della sanità, l’ha riconosciuta come una patologia dei sistemi osteoarticolare, muscolare e del tessuto connettivo.

Contrattura: si tratta di una contrazione involontaria di un muscolo o delle sue fibre, che può durare più o meno a lungo e causare dolori (per lo più innocui e causati da un’eccessiva distorsione del muscolo o da cattiva postura) e problemi motori localizzati.

Crampi: contratture muscolari dolorose, improvvise e spesso localizzate in un arto inferiore. Sebbene possano verificarsi anche a riposo si manifestano  generalmente durante gli sforzi fisici. Hanno cause relativamente sconosciute ma si pensa siano legati a carenza di minerali, ad insufficiente circolazione sanguigna oppure ad accumulo di acido lattico nei muscoli. Quando si verifica un crampo è opportuno allungare i muscoli contratti in modo da farlo sparire.

Torcicollo: contrattura prolungata e dolorosa dei muscoli sternocleidomastoidei del collo che ne provoca la torsione limitando i movimenti della testa.