Distorsione e Lussazione

Per distorsione si intende l’allungamento o rottura di un legamento in un’articolazione, dovuto generalmente ad una torsione, ad un allungamento o ad un urto improvviso e provoca un dolore intenso e il gonfiore della parte interessata. Nei casi meno gravi i legamento vengono solo stirati, mentre quando un legamento si strappa, si rompe o si stacca siamo in presenza di una distorsione più grave che implica una guarigione molto lenta e a volte solo parziale, poiché il legamento finisce per rimanere fragile ed instabile.

Quelle della caviglia, del ginocchio, delle dita e del polso sono le articolazioni più soggette a distorsione.

La distorsione del ginocchio è tra le più comuni in quanto le articolazioni di questa zona sono piuttosto soggette al rischio soprattutto al livello del legamento collaterale mediale (esposto agli urti laterali)e del legamento crociato anteriore (sensibile ai movimenti di torsione).

Anche i menischi possono subire lesioni di varia entità, essi possono incrinarsi oppure rompersi completamente in conseguenza ad un movimento forzato dell’articolazione. La parte danneggiata può essere rimossa o riparata mediante menischectomia.

La lussazione invece è lo spostamento di due ossa di un’articolazione che si verifica a causa di un urto, una caduta o un movimento forzato. Le zone più soggette sono quelle della spalla, del gomito, le dita e la mandibola. Dopo aver subito una lussazione l’articolazione rimane fragile perché i tessuti, ed in particolare i legamenti, fanno fatica a tornare in salute; molto comuni sono i casi di recidiva. Raramente può anche essere congenita, in questi casi la parte colpita è generalmente l’anca.

In seguito a distorsione o lussazione è molto importante prevenire le eventuali recidive, a questo proposito diventa utile l’utilizzo per un certo periodo di tempo di un tutore, un dispositivo che sorregge, protegge ed immobilizza l’articolazione che è stata indebolita dalla lesione.